CiaspolateCappella di San Vito innevata

UN PARCO NATURALE ED IL SENTIERO DEI PARTIGIANI

Con partenza dal piazzale del colle si attraversa tutto il parco naturale provinciale del Colle del Lys costituito da boschi di larici e faggi, interrotti da anomali canali di pietre (block fields) costituiti dalla disgregazione di una roccia (la peridotite) originatasi nella profondità del mantello terrestre, portate in superficie durante la formazione delle Alpi e disgregatesi in questa maniera a causa della loro composizione mineralogica.
La ciaspolata dal colle del Lys a San Vito, mai troppo pendente, permette di godere di un ampio panorama sulle punte delle valli di Lanzo e più in lontananza scorgere il Gran Paradiso.

Il percorso ricalca la prima parte del Sentiero dei Partigiani, poiché in questi luoghi è stata operativa la 17° Brigata Garibaldi “Felice Cima” che utilizzava questi luoghi per nascondersi, ma anche come punto di partenza per le incursioni in pianura e in bassa valle, nonché come valichi per l’approvvigionamento di viveri e materiali.

Il punto di arrivo è una graziosa cappella situata in posizione assolata tra antichi alpeggi.

Info e prenotazioni: info@lanzotrekking.it, 333 7574567 e compilando il form più sotto

panorama dal colle del Lys con Gran Paradiso

 

Partenza: colle del Lys, Viù (TO) (1311 m)

Tipologia: A/R

Dislivello: 350 m circa (A/R)

Distanza: 9 Km (A/R)

Quota max.: 1311 m (colle del Lys)

Impegno fisico: medio impegno per escursionisti in buona forma di salute

Difficoltà tecniche: MR

Indicazioni per lo svolgimento delle escursioni in sicurezza in periodo emergenza Covid-19.

Iscriviti alla ciaspolata colle del Lys – San Vito

    Consigli su come vestirti per la ciaspolata? Vai al nostro approfondimento!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Post comment