Il territorio delle Valli di Lanzo passa dagli oltre 3000 m delle creste di confine ai 500 m di Lanzo Torinese: ne deriva quindi una grande diversità di ambienti, ognuno con le proprie caratteristiche. Si possono organizzare escursioni ad esempio per godere della bianca fioritura dei narcisi a maggio o le forti colorazioni delle praterie alpine a fine giugno e luglio oppure andare alla ricerca delle rarità come l’Euphorbia gibelliana, la peonia o le stelle alpine, mentre l’autunno accende le faggete e i lariceti con sgargianti arancioni e rossi.
Tra la fauna della fascia alpina si trovano i maestosi stambecchi, i camosci, le simpatiche marmotte, ma con un po’ di fortuna, alzando lo sguardo, si osservano gipeti ed aquile reali. Per i più attenti ermellini, galli forcelli, pernici e i segni del passaggio dei lupi, ormai stabilmente ritornati ad occupare il territorio. In alcune zone sono presenti popolazioni di cervi il cui bramito si fa sentire dalla metà di settembre, mentre tra i boschi è facile incontrare caprioli e cinghiali.

Stambecchi distesi al sole

Alla scoperta degli stambecchi del Pian della Mussa

I RE DELLA MONTAGNA EMOZIONANO CHIUNQUE Gli stambecchi al Pian della Mussa in questo periodo brucano la prima nutriente erba verde, lasciandosi vedere con più facilità da chi non crea loro troppo disturbo (ricordiamo che non è uno zoo, gli animali potranno essere vicini o lontani: meglio portarsi con sé un binocolo). Attraverseremo quindi il…

erbe in mano

Erbe commestibili a Mezzenile

Passeggiata alla scoperta delle piante commestibili. Passeggiata alla scoperta delle erbe spontanee commestibili a Mezzenile accompagnati da una guida esperta che ci presenterà non solo le principali piante, ma anche i loro utilizzi e qualche consiglio per raccogliere in sicurezza. Scopriremo come molte delle erbe a cui non diamo molto valore nascondano in realtà numerosi…

Pian Fum dagli Asciutti

BACIATI DAL SOLE Questa escursione parte dalla piccola cappella di San Bartolomeo, in località Asciutti, e prende una strada sterrata che attraversa alpeggi e enormi pietraie che scendono dalla scenografica rocca Moross per raggiungere la zona umida del pian delle Mutte. Da qui si inizia a salire, lasciando presto i boschetti di faggi e betulle…

cappella di san vito

Dal col del Lys a San Vito

UN PARCO NATURALE ED IL SENTIERO DEI PARTIGIANI Con partenza dal piazzale del colle si attraversa tutto il parco naturale provinciale del Colle del Lys costituito da boschi di larici e faggi, interrotti da anomali canali di pietre (block fields) costituiti dalla disgregazione di una roccia (la peridotite) originatasi nella profondità del mantello terrestre, portate…